Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Conta Visite

contatore
LE NAZIONI CHE HANNO VISITATO CAMPERFREE
Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» La roulotte prende fuoco
Ieri alle 08:45 Da Cavallo Pazzo

» Diamoci un saluto giornaliero 2016
Mar 12 Dic 2017, 23:57 Da Corrado B

» l borgo di Lovere, perla del Lago di Iseo
Mar 12 Dic 2017, 18:16 Da FuoriPorta

» L’Orto dei frutti dimenticati di Pennabilli
Mar 12 Dic 2017, 18:14 Da FuoriPorta

» L’Alta Valle dell’Isonzo in bicicletta
Mar 12 Dic 2017, 18:11 Da FuoriPorta

» Ripa Majala, un gioiello roccioso nel cuore della campagna laziale
Mar 12 Dic 2017, 18:07 Da FuoriPorta

» Taccozze e fagioli alla molisana di Guardiaregia
Mar 12 Dic 2017, 18:00 Da FuoriPorta

» “Raici e fasioi”, la zuppa di Mogliano Veneto
Mar 12 Dic 2017, 17:53 Da FuoriPorta

» “Segui la Stella”, i Presepi Artistici in mostra ad Alatri (FR)
Mar 12 Dic 2017, 16:35 Da FuoriPorta

» I Mercatini di Natale animano Greccio (RI) in attesa del Presepe
Mar 12 Dic 2017, 16:33 Da FuoriPorta

» La magia del presepe va in scena l’Anfiteatro Romano, il Mitreo e la Cattedrale
Mar 12 Dic 2017, 16:29 Da FuoriPorta

» A Iseo (BS) il Natale torna a far rima con il gusto
Mar 12 Dic 2017, 16:22 Da FuoriPorta

» A Pennabilli (RN) il suggestivo Presepe prende vita nella “rupe”
Mar 12 Dic 2017, 16:17 Da FuoriPorta

» Il radicchio rosso di Mogliano Veneto (TV) in mostra per due giorni
Mar 12 Dic 2017, 16:14 Da FuoriPorta

» Dogliani (CN) organizza il Presepe Vivente nel borgo “Castello”
Mar 12 Dic 2017, 16:11 Da FuoriPorta

» A Condino (TN) i Presepi prendono vita sulle fontane
Mar 12 Dic 2017, 16:07 Da FuoriPorta

» Il Presepe vivente di Equi Terme nel suggestivo scenario del solco (MS)
Mar 12 Dic 2017, 16:04 Da FuoriPorta

» Brisighella (RA) apre per le porte per il Presepe itinerante vivente
Mar 12 Dic 2017, 16:01 Da FuoriPorta

» Il Presepe monumentale accoglie i visitatori a Città della Pieve (PG)
Mar 12 Dic 2017, 15:56 Da FuoriPorta

» Pontelongo (PD) il Presepe Vivente è uno spettacolo popolare
Mar 12 Dic 2017, 15:53 Da FuoriPorta

» La piccola Betlemme di Montalto Uffugo (CS)
Mar 12 Dic 2017, 15:51 Da FuoriPorta

» Per 4 giorni Faicchio (BN) diventa “La Betlemme del Sannio”
Mar 12 Dic 2017, 15:48 Da FuoriPorta

» Baselice (BN) torna indietro nel tempo per riscoprire il suo Presepe
Mar 12 Dic 2017, 15:45 Da FuoriPorta

» Autovelox dal 11 al 17 dicembre 2017
Mar 12 Dic 2017, 15:40 Da Cavallo Pazzo

» New Generation Gospel Crew in concerto a Zanè
Lun 11 Dic 2017, 12:04 Da NggCrew

Previsioni del tempo
Camperfree
"Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001."

Castagnaro Parking: Natale a Napoli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Castagnaro Parking: Natale a Napoli

Messaggio Da Antonio4 il Gio 04 Ott 2012, 10:15

Castagnaro Parking: Area attrezzata per camper Pozzuoli - Napoli

NATALE A NAPOLI
(28 dicembre 2012 / 4 gennaio 2013)
Un tour mozzafiato tra le perle del Golfo di Napoli
(obbligo n° 3 escursioni)
Si accettano prenotazioni per la sola sosta camper dall’ 8 dicembre 2012





Venerdì 28 Dicembre: NAPOLI centro storico

Mattina: Spaccanapoli
Via San Biagio dei Librai è il punto iniziale di “SPACCANAPOLI”, un’arteria lunga 2 chilometri e larga 6 metri, chiusa ai lati da un continuum di case alte 25 metri e che spacca in due la città, da oriente a occidente. Ma SPACCANAPOLI non è soltanto una strada, perché questo nome è stato esteso a tutto il quartiere. In questo dedalo di stradine, vicoli e piazzette sempre affollati di una moltitudine colorata e chiassosa, fra infiniti negozi di oggetti sacri e gioiellerie ci sono – quasi nascoste – infinite chiese dal fascino molto particolare.
Visita monumenti:
Gesù Nuovo – S. Chiara* - Cappella san Severo* - S. Domenico Maggiore – San Lorenzo Maggiore – San Gregorio Armeno.

SOSTA PRANZO (libero su indicazione della guida)

Pomeriggio: da Piazza del Plebiscito a Mergellina.
Si percorrono piazza Plebiscito (Palazzo Reale), piazza Trieste e Trento (galleria Umberto1°), piazza Municipio (Maschio Angioino), lungomare Via Caracciolo (Castel dell’Ovo), Mergellina.

Escursione: intera giornata (partenza ore 9,00 - rientro ore 17,30)
Incluso: trasporto A/R in bus turistico, guida turistica al seguito.
Escluso: ingressi musei* se scelti con la guida
Costo Persona: euro 22 + IVA (10%). Dalla terza persona in poi euro 15. Gratuito bambini max 4 anni.


Sabato 29 Dicembre: CAMPI FLEGREI tour

Terra affascinante per il paesaggio dolce e vario e per le miriadi di crateri spenti, alle cui assopite attività vulcaniche sono connessi i fenomeni di bradisismo e termalismo.
L’origine del nome CAMPI FLEGREI (campi ardenti) è greca ed indica appunto l’attività vulcanica già evidente ai primi Egei.

Visita monumenti:
Mattina:
Cuma*: Fu la prima città-stato dell’occidente, fu fondata dai Greci nel VIII sec. A. C. sull’acropoli è possibile visitare i resti del tempio di Apollo. Ai piedi dell’acropoli l’Antro della Sibilla, monumento tutto scavato nel tufo, affascina e incute paura, per l’atmosfera di mistero che lo circonda. Stando alla descrizione di Virgilio, è proprio in questo luogo da ricercare la sede leggendaria della maga Circe.
Museo al CASTELLO DI BAIA*: Allestito nella splendida cornice architettonica e paesaggistica del Castello Aragonese, il Museo Archeologico dei Campi Flegrei accoglie materiali e reperti archeologici dei Campi Flegrei.

SOSTA PRANZO (libero su indicazione della guida)

Pomeriggio:
Anfiteatro Flavio*: iniziato sotto Nerone fu completato da Vespasiano, misura 149 m. per 116 e poteva contenere 20.000 spettatori.
Tempio di Serapide: E’ il Macellum (mercato) annesso all’area portuale (I-II sec. D.C.) le tre colonne di marmo cipollino presentano evidenti tracce di fori praticati dai litodomi che testimoniano l’alterno movimento bradisismico della zona.

Escursione: intera giornata (partenza ore 9,00 - rientro ore 17,30)
Incluso: trasporto A/R in bus turistico, guida turistica al seguito.
Escluso: costo ingresso: euro 4* (cumulativo per tutti i siti dei campi flegrei), gratuito: per minori di 18 anni o maggiori di 65 anni).
Visita vulcano Solfatara – se scelta con la guida – costo ingresso euro 6 (Ragazzi fino a 12 anni euro 4.50, Bambini fino a 4 anni di età gratis.
Costo Persona: euro 22 + iva (10). Dalla terza persona in poi euro 15 + iva (10%). Gratuito bambini max 4 anni.


Sabato 29 Dicembre: NAPOLI SOTTERRANEA (escursione serale)

Scendete con noi nelle visceri della città più misteriosa del mondo.
Napoli, atipica e con tanti misteri è la città partorita dalle sue stesse viscere. Nel suo sottosuolo sono presenti tutti quei materiali (pozzolana, lapilli e tufo giallo), indispensabili per l'’edilizia, per cui la città, fin dall'’inizio della sua storia, nel sottosuolo ha avuto a disposizione quella riserva naturale cui attingere per le costruzioni.
I primi scavi si fanno risalire a 2500 anni prima di Cristo e sono costituiti da alcune calette ipogeiche del tipo detto “a forno” . Da quegli anni per oltre 45 secoli, si è scavato nel sottosuolo edificando la città di superficie. Così nasce la Napoli di superficie, la Napoli che lascia nel suo ventre il proprio negativo, il proprio stampo, quei vuoti a quali per secoli resta legata con un cordone obelicale dal quale attinge linfa vitale e protezione.
Questi vuoti diventano ipogei, catacombe, passaggi pedonali, gallerie varie, articolatissimi acquedotti ed infine ricoveri antiarei che testimoniano come da sempre gli abitanti della città solare conobbero e praticarono, per scopi diversi, la città delle tenebre.
Solo negli ultimi 40 anni si è staccato quel cordone obelicale che univa le due città, ma ancora oggi il sottosuolo conserva dipinte, scolpite e graffite nelle sue viscere quelle pagine di storia, che hanno fatto grande la Napoli di superficie.

Escursione: escursione serale (partenza ore 20,30 – rientro R. 23,30)
Incluso: trasporto A/R in bus turistico, costo ingresso Napoli sotterranea, guida turistica in sito.
Costo Persona: euro 22 + iva (10%). Dalla terza persona in poi euro 15. Gratuito bambini max 4 anni.


Domenica 30 Dicembre: COSTIERA amalfitana

La costiera Amalfitana è un cocktail insuperabile di bellezze naturali, architetture originali, frutto dell’innesto del gusto arabo nella devozione cristiana, contesto unico al mondo. La cornice della costiera Amalfitana, è frastagliata, con le sue baie ed insenature, dalla luminosità dei suoi colori vivaci; dalla solarità e dal suggestivo e spettacolare paesaggio. Costiera in quanto ogni tornante, ogni angolo permette di scoprire nuovi aspetti, suscitando nuove emozioni che spingono il turista ad un’estasi contemplativa. Le sue perle: Positano, Amalfi e Ravello.

Sosta ad Amalfi (2 ore) e Ravello (pomeriggio)
Sosta pranzo libero (su indicazione della guida)

AMALFI
La gloriosa Repubblica Marinara
Centro turistico di risonanza internazionale, deve la sua fama alle sue incomparabili bellezze ed alla dolcezza del suo clima.
 Incuneata tra i Monti Lattari, disseminati di agrumeti, ed il mare, Amalfi è la perla della costa che da lei prende il nome. Il paese è formato da case bianche abbarbicate alla roccia, in un intreccio di vicoli e scale, ed è addossato ad uno scosceso pendio scavato nel vallone del fiume Canneto. Una natura solare, intatta e selvaggia che crea un’atmosfera magica. 

Il suo monumento principale è senz’altro costituito dal Duomo di Sant’Andrea, con la maestosa scalinata formata da 57 gradini, meta sognata da tutte le giovani coppie che scelgono Amalfi per sposarsi. 
 

D’estate Amalfi è la capitale della mondanità e del divertimento con innumerevoli manifestazioni, come la Sagra del limone, in omaggio al prodotto tipico della Costiera ed allo squisito liquore (limoncello) da esso derivato, ed i laboratori d’arte creativa.

RAVELLO
Adagiata su di un contrafforte che divide la valle del dragone da quella della regina, Ravello domina dai suoi 360 metri d’altezza, le città sottostanti di Minori e Maiori.
Villa Rufolo, il gioiello prediletto di Ravello
Il sole e la natura, la tradizione e il prestigio, la costiera amalfitana e Ravello, meraviglie architettoniche e artistiche che incorniciano Villa Rufolo come un immaginifico luogo fuori dal tempo. Meta prediletta di musicisti, artisti e poeti, decantata nei versi del Boccaccio, e nei cui giardini Richard Wagner rivide la materializzazione delle sue opere e della sua immaginazione: un’esperienza unica da vivere in cui scoprire un mondo al di fuori delle convenzioni.
Villa Rufolo è la punta di diamante dell’immenso patrimonio storico e architettonico di Ravello. Un complesso monumentale che porta il nome della famiglia che lo realizzò e che nel periodo di massimo splendore, intorno al XIII secolo, contava “più ambienti che i giorni dell’anno”.
La struttura della Villa è un unicum dal punto di vista architettonico e decorativo, che non ha mai mancato di suscitare la sorpresa e lo stupore di quei viaggiatori che a diverso titolo si sono recati qui nei secoli.

Escursione: intera giornata
(partenza ore 9,00 - rientro ore 17,30)
Incluso: Causa divieto di transito a bus turistici il trasporto avverrà con pulmini da 25 posti con guida turistica al seguito
Pranzo: libero, su indicazione della guida.
Costo Persona: euro 35 + iva (10%). Dalla terza persona in poi euro 22 + iva (10%). Gratuito bambini max 4 anni.


Lunedi 31 Dicembre: ERCOLANO SCAVI

La città congelata dall’eruzione del Vesuvio del ’79 d.C.
Incommensurabile scrigno di arte e di storia, gli scavi di Ercolano ci restituiscono un'antica e splendida città fondata dai greci sulle rive del mare, caduta successivamente sotto la dominazione sannita trasformata, infine, in municipio romano con il nome di Herculaneum. 
La città giunta sino a noi è comunque quella "congelata" dall' eruzione del 79 d.C. che, seppellendola sotto una spessa coltre di fango e materiali piroclastici, ha consentito la conservazione, di strutture lignee e piccoli oggetti, meglio di quanto non sia avvenuto a Pompei.
L'accesso agli scavi avviene attualmente mediante un viale che, nella parte finale, costeggia l'antica marina. Qui è stato recentemente svelato il mistero della scomparsa degli antichi ercolanesi i cui corpi non erano stati ritrovati, se non in minima parte, nelle loro abitazioni. Essi si erano rifugiati nei fornici lungo la marina dove, nell'inutile attesa di una salvezza dal mare, furono investiti dal fango riversatosi in immani colate provenienti dalle pendici del retrostante vulcano.
Il nuovo ingresso, in fase di realizzazione, consentirà l'accesso proprio dall'antica marina e dai fornici con gli scheletri di fuggiaschi, da dove, costeggiando le Terme Suburbane e l'Area Sacra, si risalirà all'estremità del V cardine inferiore. Quest'ultimo era parte di un impianto urbano a schema ortogonale, con le strade parallele alla linea di costa dette decumani, e quelle perpendicolari alle prime dette cardini (cardines). Cardini e decumani dividevano il territorio della città in isolati (insulae) di grandezza pressoché uguale. Ercolano che, a differenza della vicina Pompei, fu soprattutto amena località di vacanza e soggiorno, si presenta con una vasta gamma di edifici privati di notevole interesse storico, sociale e architettonico. A solo titolo di esempio si citano: la casa Sannitica che esemplifica la casa italica preromana; la casa di Nettuno e Anfitrite con annessa bottega (una tra le botteghe antiche meglio conservate); la casa del Bicentenario (attualmente chiusa al pubblico) dove sono stati rinvenuti un'impronta di croce e i resti di un mobile ligneo a forma di inginocchiatoio; la casa a Graticcio, destinata all'affitto, il cui nome deriva dalla tecnica costruttiva a basso costo adottata: l'opus craticium (le pareti divisorie erano realizzate con telai di legno riempiti da materiali leggeri cementati con malta).

Escursione: mattinata (partenza ore 9,00 - rientro ore 13,30)
Incluso: Trasporto A/R in bus turistico, guida turistica al seguito.
Escluso: costo ingresso scavi di Ercolano: (Intero: euro 11, Ridotto: euro 5,50 (di età compresa tra 18 e 25 anni non compiuti), Gratuito: per minori di 18 anni o maggiori di 65 anni).
Costo Persona: euro 20 + iva (10%). Dalla terza persona in poi euro 15 + iva (10%). Gratuito bambini max 4 anni.


Lunedi 31 Dicembre: CONCERTO DI CAPODANNO E FUOCHI D’ARTIFICIO

Eccezionale concerto di Capodanno in Piazza del Plebiscito con la consueta partecipazione di circa 100 mila persone.
A mezzanotte brindisi e fuochi pirotecnici nello splendido scenario del golfo di Napoli.

Escursione: serale (partenza ore 22,00 – rientro ore 02,30)
Incluso: Trasporto A/R in bus turistico, accompagnarore turistico al seguito.
Costo Persona: euro 20 + iva (10%). Dalla terza persona in poi euro 15 + iva (10%). Gratuito bambini max 4 anni.


Martedi 1 Gennaio: REGGIA DI CASERTA

La Reggia di Caserta comprende il Palazzo Reale e il bellissimo parco. Occupa un'area vastissima. Consta di un edificio a pianta quadrata (le sue dimensioni sono di circa 250x250mt.) diviso all'interno in quattro parti da due bracci che si tagliano ortogonalmente includendo così i quattro cortili. Dalla facciata posteriore del palazzo ha inizio il suggestivo e scenografico parco che si allunga verso le colline retrostanti per circa tre chilometri. Nel parco si trova anche un bellissimo giardino inglese, un'area lussureggiante per la qualità e per la ricchezza delle piante.
Il Palazzo reale di Caserta fu voluto dal re di Napoli Carlo di Borbone, il quale, colpito dalla bellezza del paesaggio casertano e desideroso di dare una degna sede di rappresentanza al governo della capitale Napoli ed al suo reame, volle che venisse costruita una reggia tale da poter reggere il confronto con quella di Versailles. Si diede inizialmente per scontato che sarebbe stata costruita a Napoli, ma Carlo di Borbone, cosciente della considerevole vulnerabilità della capitale ad eventuali attacchi (specie da mare), pensò di costruirla verso l'entroterra, nell'area casertana: un luogo più sicuro e tuttavia non troppo distante da Napoli.

Visita: mattinata (partenza ore 10,30 – rientro ore 16,30)
Incluso: Trasporto A/R in bus turistico, guida turistica al seguito.
Escluso: costo ingresso: euro 12 (Cumulativo Appartamenti storici, Mostra, Parco e Giardino Inglese) Ridotto: euro 6 (di età compresa tra 18 e 25 anni non compiuti), Gratuito: per minori di 18 anni o maggiori di 65 anni).
Costo Persona: euro 20 + iva (10%). Dalla terza persona in poi euro 15 + iva (10%). Gratuito bambini max 4 anni.

Mercoledì 2 Gennaio: NAPOLI centro storico (intera giornata)

Giovedi 3 Gennaio: CAMPI FLEGREI tour (intera giornata)

Giovedi 3 Gennaio: NAPOLI SOTTERRANEA (escursione serale)

Venerdi 4 Gennaio: POMPEI SCAVI (escursione mattina)
Castagnaro Parking
Via Vicinale del Castagnaro, 1 – 80078 Pozzuoli Napoli
Tel/Fax: 081 5267545 (dalle 14 alle 21)
Cell: 3470312747
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Antonio4


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum