Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email

La sagra del tartufo Chiave11

Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Google Maps per localizzare la tua posizione anche per fare percossi stradali in auto/camper
Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» Ventoline frigo trivalente
La sagra del tartufo Icon_minitime1Oggi alle 09:37 Da Cristoforo.C75

» presentazione
La sagra del tartufo Icon_minitime1Oggi alle 08:41 Da Camperfree

» Frigo ad assorbimento
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ieri alle 09:15 Da Camperfree

» Desenzano Garda Flowers SUMMER
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 22 Mag 2020, 13:53 Da Desenzano Garda Flowers

» Frittata di Agarico Ostreato
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 11:11 Da Mauro.B

» Scarpariello
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 11:06 Da Mauro.B

» Pioppini in umido
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 11:02 Da Mauro.B

» Pasta con panna prosciutto e funghi
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 10:57 Da Mauro.B

» Frittura di Acquadella
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 10:49 Da Mauro.B

» Orata agli agrumi
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 10:43 Da Mauro.B

» Frittata di bianchetti
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 10:40 Da Mauro.B

» Coprini e Formaggio
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 20 Mag 2020, 10:34 Da Mauro.B

» PISA: Dal 30 maggio riaprono i monumenti in Piazza dei Miracoli
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mar 12 Mag 2020, 10:08 Da Fabrizio.Quochi

» A Volterra alla scoperta dei Musei della terra degli Etruschi
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 08 Mag 2020, 16:56 Da FuoriPorta

» Il turismo riparte con 10 milioni di euro
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 08 Mag 2020, 16:52 Da FuoriPorta

»  Parco Regionale del Partenio
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 06 Mag 2020, 14:53 Da FuoriPorta

» Il Salame Mugnanese di Avellino
La sagra del tartufo Icon_minitime1Mer 06 Mag 2020, 14:48 Da FuoriPorta

» IL PIANISTA GIULIO ANDREETTA E IL MUSICOLOGO ALESSANDRO ZATTARIN PRESENTANO L’ALBUM AMERICAN SOUNDS
La sagra del tartufo Icon_minitime1Lun 04 Mag 2020, 16:12 Da F.2009

» Mesagne: archeologia, tipicità e Boomdabash
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 01 Mag 2020, 11:33 Da FuoriPorta

» Aritzo, una bellezza in Barbagia dalle tinte noir
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 01 Mag 2020, 11:28 Da FuoriPorta

» Mesagne e i carciofi brindisini ripieni
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 01 Mag 2020, 11:24 Da FuoriPorta

» I mugnuli… chi li conosce?
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 01 Mag 2020, 11:19 Da FuoriPorta

» Pasta e fagiolini, il piatto veg di Mesagne
La sagra del tartufo Icon_minitime1Ven 01 Mag 2020, 11:14 Da FuoriPorta

» COSMOGARDEN
La sagra del tartufo Icon_minitime1Lun 27 Apr 2020, 11:24 Da Area_Fiera_

» COSMODONNA
La sagra del tartufo Icon_minitime1Lun 27 Apr 2020, 11:20 Da Area_Fiera_

Previsioni del tempo
Camperfree
"Attenzione! Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del sito Mario La Donna e possibili collaboratori non sono responsabili del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi."

La sagra del tartufo

Andare in basso

La sagra del tartufo Empty La sagra del tartufo

Messaggio Da FuoriPorta il Gio 06 Set 2018, 08:39

Il tartufo a Canterano raddoppia!

13-21 ottobre

La sagra del tartufo di Canterano non lascia, anzi raddoppia! Quest’anno, nel piccolo e grazioso borgo dell’Alta Valle dell’Aniene, saranno ben due i weekend dedicati al prezioso tubero, racchiude tutti gli aromi dei boschi nei quali cresce. L’appuntamento è fissato per il 13 e 14 e il 20 e 21 ottobre con gli stand gastronomici – aperti il sabato dalle 12 alle 22 e la domenica dalle 12 alle 17 – che proporranno sapori e di profumi inconfondibili: quelli del tartufo nero pregiato e del tartufo scorzone, tutti rigorosamente locali e raccolti nei dintorni del paese, che esalteranno le bruschette, la pasta fatta in casa e le uova.

Fra i prodotti più amati a ogni latitudine, il tartufo ha ammaliato gli amanti della buona cucina sin dai tempi degli Antichi Romani; Plinio lo definì “un miracolo della natura”, Giovenale “un figlio del fulmine” e Plutarco “il frutto del connubio perfetto fra le piogge, il calore e la terra”. E così anche quest’anno, nel grazioso borgo incastonato sotto gli Appennini in provincia di Roma, sarà difficile resistere al richiamo di un evento nel quale la gioia del palato e il divertimento sono assicurati: ad accompagnare le prelibate ricette proposte sarà il corposo vino rosso della zona, mentre gli spettacoli di musica popolare dal vivo faranno da divertente sottofondo alla festa.

Il tutto all’interno di un luogo dal fascino magico abitato da meno di 400 persone, dove il tempo sembra essersi fermato; tra una portata e l’altra i visitatori potranno andare alla scoperta delle bellezze di Canterano, che si affaccia sulla conca dell’Aniene, dal quale si possono ammirare dall’alto i monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica, oltre al maestoso Monte Livata; nelle giornate in cui il cielo è più limpido, è possibile scorgere la parte bassa di Subiaco, quella alta di Cervara e ancora il Monte Pillone. Il borgo è circondato da boschi ricoperti di castagne e grandi terrazze coltivate a viti, olivi, e nocciole: un vero paradiso che in questo periodo dell’anno inizia a “vestire” gli splendidi colori autunnali. Da queste parti la presenza dell’uomo ha origini antichissime che riportano addirittura alla popolazione dei Pelasgi, nomadi provenienti dalla Mesopotamia che, passando dalla Siria, si stabilirono sulle coste laziali fino alle alture della Valle dell’Aniene: i resti di antiche mura poligonali confermano questa tesi, e proprio nei pressi di questi resti è possibile addentrarsi in profonde grotte sotterranee che furono utilizzate come riparo dalle popolazioni che per millenni hanno abitato questi luoghi.
FuoriPorta
FuoriPorta
Caravan
Caravan


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum