Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» DragonBall Super
Ieri alle 17:43 Da Apt Alpe Cimbra

» Boardercross Bike Race
Ieri alle 17:41 Da Apt Alpe Cimbra

» Under Ice ANIS 2019
Ieri alle 17:39 Da Apt Alpe Cimbra

» Ciaspomagna Cimbra
Ieri alle 17:35 Da Apt Alpe Cimbra

» La Grande Tombola delle Feste
Ieri alle 17:32 Da Apt Alpe Cimbra

» Passeggiata in Notturna alla Segheria dei Mein
Ieri alle 17:29 Da Apt Alpe Cimbra

» EVENTO - Presepe Sommerso di Porto Ceresio (VA)
Ieri alle 13:29 Da GODiving

» Il Presepe luminoso accende Manarola (SP)
Lun 10 Dic 2018, 12:09 Da FuoriPorta

» il Presepe va in scena nella Gola di Frasassi
Lun 10 Dic 2018, 12:06 Da FuoriPorta

» Fiera di Sant’Orso, ad Aosta (AO)
Lun 10 Dic 2018, 12:02 Da FuoriPorta

» Perugia (PG) festeggia il suo patrono con il torcolo di San Costanzo
Lun 10 Dic 2018, 12:00 Da FuoriPorta

» Con la festa del maiale Montiano (FC)
Lun 10 Dic 2018, 11:57 Da FuoriPorta

» “Non solo polenta”
Lun 10 Dic 2018, 11:54 Da FuoriPorta

» Sagra del salam ‘d patata
Lun 10 Dic 2018, 11:50 Da FuoriPorta

» La danza degli spadonari
Lun 10 Dic 2018, 11:47 Da FuoriPorta

» Golosaneve, un percorso gastronomico tra le malghe a Rovereto (TN)
Lun 10 Dic 2018, 11:44 Da FuoriPorta

» Festa del Broccolo Slow Food
Lun 10 Dic 2018, 11:40 Da FuoriPorta

» Festa de Bagoin ma la Tora, S.Mauro Pascoli (FC)
Lun 10 Dic 2018, 11:37 Da FuoriPorta

» La focara di Novoli (LE), mirabile spettacolo tra folclore e religiosità
Lun 10 Dic 2018, 11:34 Da FuoriPorta

» Le Farchie, un’antica tradizione rivive a Fara Filiorum Petri (CH)
Lun 10 Dic 2018, 11:31 Da FuoriPorta

» Da Goethe ai giorni nostri, Creazzo (VI) celebra il broccolo fiolaro
Lun 10 Dic 2018, 11:27 Da FuoriPorta

» I prelibati ravioli di Castelcovati (BS)
Lun 10 Dic 2018, 11:24 Da FuoriPorta

» l’Epifania è all’insegna della Sagra della ricotta
Lun 10 Dic 2018, 11:20 Da FuoriPorta

» L’anno che verrà...
Dom 09 Dic 2018, 00:27 Da AtelierControsegno

» I malloreddus sardi alla Campidanese
Ven 07 Dic 2018, 09:28 Da FuoriPorta

Previsioni del tempo
Camperfree
"Attenzione! Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del sito Mario La Donna e possibili collaboratori non sono responsabili del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi."

Il riso alla pilota, specialità di Castel d’Ario

Andare in basso

Il riso alla pilota, specialità di Castel d’Ario

Messaggio Da FuoriPorta il Ven 20 Apr 2018, 08:54

Il riso alla pilota, specialità di Castel d’Ario

E’ uno dei più gustosi piatti tipici del mantovano, così chiamato dal nome dialettale dei braccianti delle riserie: a Castel d’Ario, infatti, le riserie sono dette “pile” e i “piloti” o “pilarini” erano appunto coloro che ci lavoravano. Poiché il lavoro nelle “pile” si svolgeva in modo continuato, non c’era molto tempo da dedicare alla preparazione del pranzo: questa tecnica permetteva di cuocere il riso senza che fosse necessario seguirne la cottura. Al termine di questa il riso viene condito con il pistume, anche se in origine il condimento era molto più semplicemente un soffritto di cipolla.

INGREDIENTI

Kg 1 di riso vialone nano Italiano, kg 1 di pistume, L 1,1 / 1,2 di acqua, g 80 di burro, g 80/100 di formaggio grana padano grattugiato, sale grosso da cucina q.b.

PREPARAZIONE

In un paiolo preferibilmente di rame stagnato o alluminio portare a forte ebollizione l’acqua e aggiungere il sale. Quando l’acqua bolle aggiungere il riso e tenerlo a fiamma medio-vivace, mescolando ogni tanto sul fondo per non farlo attaccare, per 4/5 minuti circa fino al completo assorbimento dell’acqua, successivamente spostare il paiolo su un fornello più piccolo al minimo della fiamma per 15/20 minuti coprendo il recipiente con un coperchio, e con l’avvertenza di mettere un canovaccio tra il paiolo ed il coperchio facendo attenzione che non venga aperto prima del tempo sopraindicato. Trascorso il tempo scoprire il paiolo e dopo aver “girato” il riso con la stecca o con un cucchiaio di legno, ricoprire e far “riposare” ancora per una decina di minuti ancora. Nel frattempo si fa cuocere il pistume sminuzzato nel burro a fuoco abbastanza vivace finché sarà imbrunito (senza rosolarlo troppo, altrimenti perde tutta la sua fragranza). A cottura ultimata condire il riso mescolandolo al pistume aggiungendo poco alla volta il grana grattugiato.
avatar
FuoriPorta
Tenda
Tenda


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum