Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» DragonBall Super
Ieri alle 17:43 Da Apt Alpe Cimbra

» Boardercross Bike Race
Ieri alle 17:41 Da Apt Alpe Cimbra

» Under Ice ANIS 2019
Ieri alle 17:39 Da Apt Alpe Cimbra

» Ciaspomagna Cimbra
Ieri alle 17:35 Da Apt Alpe Cimbra

» La Grande Tombola delle Feste
Ieri alle 17:32 Da Apt Alpe Cimbra

» Passeggiata in Notturna alla Segheria dei Mein
Ieri alle 17:29 Da Apt Alpe Cimbra

» EVENTO - Presepe Sommerso di Porto Ceresio (VA)
Ieri alle 13:29 Da GODiving

» Il Presepe luminoso accende Manarola (SP)
Lun 10 Dic 2018, 12:09 Da FuoriPorta

» il Presepe va in scena nella Gola di Frasassi
Lun 10 Dic 2018, 12:06 Da FuoriPorta

» Fiera di Sant’Orso, ad Aosta (AO)
Lun 10 Dic 2018, 12:02 Da FuoriPorta

» Perugia (PG) festeggia il suo patrono con il torcolo di San Costanzo
Lun 10 Dic 2018, 12:00 Da FuoriPorta

» Con la festa del maiale Montiano (FC)
Lun 10 Dic 2018, 11:57 Da FuoriPorta

» “Non solo polenta”
Lun 10 Dic 2018, 11:54 Da FuoriPorta

» Sagra del salam ‘d patata
Lun 10 Dic 2018, 11:50 Da FuoriPorta

» La danza degli spadonari
Lun 10 Dic 2018, 11:47 Da FuoriPorta

» Golosaneve, un percorso gastronomico tra le malghe a Rovereto (TN)
Lun 10 Dic 2018, 11:44 Da FuoriPorta

» Festa del Broccolo Slow Food
Lun 10 Dic 2018, 11:40 Da FuoriPorta

» Festa de Bagoin ma la Tora, S.Mauro Pascoli (FC)
Lun 10 Dic 2018, 11:37 Da FuoriPorta

» La focara di Novoli (LE), mirabile spettacolo tra folclore e religiosità
Lun 10 Dic 2018, 11:34 Da FuoriPorta

» Le Farchie, un’antica tradizione rivive a Fara Filiorum Petri (CH)
Lun 10 Dic 2018, 11:31 Da FuoriPorta

» Da Goethe ai giorni nostri, Creazzo (VI) celebra il broccolo fiolaro
Lun 10 Dic 2018, 11:27 Da FuoriPorta

» I prelibati ravioli di Castelcovati (BS)
Lun 10 Dic 2018, 11:24 Da FuoriPorta

» l’Epifania è all’insegna della Sagra della ricotta
Lun 10 Dic 2018, 11:20 Da FuoriPorta

» L’anno che verrà...
Dom 09 Dic 2018, 00:27 Da AtelierControsegno

» I malloreddus sardi alla Campidanese
Ven 07 Dic 2018, 09:28 Da FuoriPorta

Previsioni del tempo
Camperfree
"Attenzione! Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del sito Mario La Donna e possibili collaboratori non sono responsabili del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi."

La Passione rivive a Oliveto Sabino (RI) tra figuranti e delizie tipiche

Andare in basso

La Passione rivive a Oliveto Sabino (RI) tra figuranti e delizie tipiche

Messaggio Da FuoriPorta il Gio 01 Mar 2018, 17:31

La Passione rivive a Oliveto Sabino (RI) tra figuranti e delizie tipiche

24 marzo

Oltre 100 figuranti e una croce pesantissima: così la Passione di Oliveto Sabino andrà magicamente in scena sabato 24 marzo. Ma non è tutto: il visitatore potrà degustare la cicerchia locale e la pancetta alla pizzaiola, due bontà preparate per ospitare fin dall’ora del pranzo i turisti che potranno mangiare fino alle 18,30, perché alle 19 prenderà il via lo spettacolo!

La Passione di Cristo rivivrà così in uno dei borghi più affascinanti della provincia di Rieti. Quello che va in scena dal 2010 a Oliveto Sabino non è un film né una rappresentazione tradizionale, ma un evento che riesce ad attrarre tutti i visitatori in un’atmosfera altamente coinvolgente, trasformandoli in protagonisti stessi dello spettacolo.

La rievocazione – quanto di più fedele si possa trovare nell’intero panorama degli eventi pasquali – tornerà il 24 marzo dall’ora di pranzo in poi: un’intera giornata di festa che coinvolgerà quasi tutti gli abitanti del paese, dall’Ultima Cena alla preghiera nell’Orto degli Ulivi, dal processo davanti al Sinedrio a quello nel pretorio di Pilato, lungo il percorso che porterà al luogo della Crocifissione. Tutto ciò che ruota intorno all’evento – la preparazione delle scene, con una pesantissima croce per rendere la fatica che fece Gesù nel portarla, gli effetti video e l’impianto audio – è stato ideato e realizzato negli anni dagli stessi figuranti e tecnici locali, che otto anni fa iniziarono a fantasticare attorno all’idea di realizzare la rievocazione della Passione in un angolo magico della Sabina.

Da questo ambizioso progetto ha preso vita un evento di carattere religioso ma allo stesso tempo culturale, aggregativo, turistico e gastronomico. Dall’ora di pranzo in poi sarà infatti possibile degustare alcune delizie tipiche: la cicerchia con patate, la pancetta alla pizzaiola e le ciambelline al vino che saranno servite nel vecchio forno comunale e nella vecchia macelleria; grande spazio sarà dato anche ai venditori dei prodotti della terra sabina come olio, tartufo e vino, mentre un gruppo di musica medievale e celtica si esibirà in una piazza del borgo.

La festa entrerà nel vivo alle 20.30, quando l’illuminazione pubblica sarà spenta per far posto alle fiaccole e alle luci di scena: si partirà quindi nella piazza ai piedi del paese con l’Ultima Cena, l’Orto degli Ulivi, il Sinedrio e il Pretorio, per poi raggiungere la piazza della chiesa per il Calvario. Il costo del biglietto sarà gratuito per chi pranzerà presso i punti ristoro dedicati alla Passione

A circa 20 km di distanza da Rieti e dalla Valle Santa, a 7 dal Lago del Turano e a 70 da Roma, Oliveto Sabino è un grazioso borgo famoso per il suo “oro verde” e dominato dal palazzo signorile del 1400, di proprietà della nipote del generale Armando Diaz. In occasione della Passione sarà attrezzata un’area dedicata ai camperisti, che potranno usufruire anche di un comodo servizio navetta. Per chi volesse trascorrere qualche ora in più da queste parti, meritano una visita Monteleone Sabino con i resti dell’antica città di Trebula Mutuesca e il Santuario di Santa Vittoria, oltre a Rocca Sinibalda con il suo splendido castello.
avatar
FuoriPorta
Tenda
Tenda


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum