Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» GustaPorto: lo spettacolo della pesca!
Ieri alle 11:36 Da Tipicità

» Liquore di Porcini
Ieri alle 11:15 Da Oasi Blu

» Seppie alla puttanesca con crostini di pane fritti
Ieri alle 11:10 Da Oasi Blu

» Insalata di murena
Ieri alle 11:06 Da Oasi Blu

» Cantarelli in pastella
Ieri alle 10:59 Da Oasi Blu

» Fagiano alle olive
Ieri alle 10:56 Da Oasi Blu

» Dentice al mandarino
Ieri alle 10:51 Da Oasi Blu

» Calamari alla diavola
Ieri alle 10:48 Da Oasi Blu

» Filetti di spigola allo zafferano
Ieri alle 10:43 Da Oasi Blu

» La Fiera dell’aglio
Ieri alle 10:18 Da FuoriPorta

» Festa dell’anno
Ieri alle 10:16 Da FuoriPorta

» Festa della fame e della sete
Ieri alle 10:13 Da FuoriPorta

» Nella patria del tartufo sardo
Ieri alle 10:09 Da FuoriPorta

» Sagra del pesce spada
Ieri alle 10:05 Da FuoriPorta

» La Battaglia del Metauro - 26-27 Maggio 2018 - Montefelcino (PU)
Mer 23 Mag 2018, 15:18 Da AdPugnamParati

» Da Pandino a Pizzighettone, le cittadelle fortificate del Cremonese
Mer 23 Mag 2018, 08:55 Da FuoriPorta

» Tortine aromatiche ai bisi di Baone
Mer 23 Mag 2018, 08:52 Da FuoriPorta

» Birra in B...Rocca - 3a edizione (8-10 Giugno, Castello Arechi - Salerno)
Mar 22 Mag 2018, 12:47 Da Mestieri e Sapori

» 7° RADUNO TRATTORI D'EPOCA
Mar 22 Mag 2018, 09:14 Da Proloco_Bosio

» LE BOLLICINE DEL CASTELLO DAL VERME 17 giugno 2018 ore 14:45
Lun 21 Mag 2018, 19:52 Da Calyx

» TRAMONTI DI..VINI 2018: tra gessi ed ulivi 16 giugno
Lun 21 Mag 2018, 19:48 Da Calyx

» Opera seMiseria - Omaggio al Teatro di Peppino De Filippo
Lun 21 Mag 2018, 17:41 Da Robertrivera

» "Line, surface, light": Valente Taddei al Vela Massimo Rebecchi di Lucca
Lun 21 Mag 2018, 17:09 Da Mercurio

» Sagra della schiacciata all'olio
Lun 21 Mag 2018, 16:12 Da Proloco Lucolena

» Scoprire Buonalbergo: Tour enogastronomico itinerante tra Arte e Sapori-2 Giugno
Lun 21 Mag 2018, 16:06 Da SmartFortore

Previsioni del tempo
Camperfree
"Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001."

Lo splendido borgo di Castel di Tora (RI) festeggia con i suoi strigliozzi

Andare in basso

Lo splendido borgo di Castel di Tora (RI) festeggia con i suoi strigliozzi

Messaggio Da FuoriPorta il Sab 26 Ago 2017, 10:59

Lo splendido borgo di Castel di Tora (RI) festeggia con i suoi strigliozzi

24 settembre

In uno dei borghi più belli d’Italia custodiscono gelosamente i segreti di una ricetta davvero particolare. Il borgo in questione è Castel di Tora, incastonato in una cornice di verde che si specchia nelle acque del Lago Turano, mentre gli strigliozzi – un originale tipo di pasta lunga realizzata con farina di grano duro e condita con abbondante sugo al pomodoro – sono il piatto tipico che si gusta da sempre nelle occasioni importanti.

Domenica 24 settembre torna l’appuntamento con la “Sagra degli strigliozzi” che, giunta alla 22esima edizione, riproporrà il sapiente mix di buona cucina, natura e folclore che l’ha resa uno degli appuntamenti più attesi in provincia di Rieti. Cento chili di farina e settecento uova saranno sapientemente lavorate per realizzare oltre duecento chili di pasta: mica male per un borgo di meno di trecento abitanti! Ma a Castel di Tora, quando c’è da mettere in vetrina il proprio piatto tipico, amano fare le cose in grande; la distribuzione – in un’ampia area al coperto – degli strigliozzi e di altre delizie locali inizierà alle 12.30, mentre nelle tortuose viuzze del borgo sarà allestito “Natura in campo”, il mercatino dei prodotti agroalimentari del territorio.

Un comodo servizio navetta gratuito sarà a disposizione dei visitatori, che saranno letteralmente rapiti dall’allegria e dall’ospitalità dei castelvecchiesi – così chiamati per l’antico nome del paese – che anche quest’anno sono pronti ad accogliere turisti, curiosi e amanti delle tradizioni. In tutto in un luogo dal fascino magico, immerso nella Valle del Turano che inizia a colorarsi delle tinte autunnali: quale momento migliore per visitare Castel di Tora, sovrastato dall’imponente Monte Navegna? Prima e dopo un buon piatto di strigliozzi varrà davvero la pena andare alla scoperta dei vicoli, delle piazzette e delle scalinate del borgo, che conserva la torre esagonale medievale dell’XI Secolo, il Palazzo Scuderini, la chiesa parrocchiale di San Giovanni Evangelista e la Fontana del Tritone. Fino al 1864 il paese si chiamava Castelvecchio, ma poi si decise di legare il suo nome a Tora, antico insediamento sabino nel quale avvenne – nel 250 d.C. – il martirio di Santa Anatolia. Oggi, peraltro, Castel di Tora fa parte dei Comuni che sorgono lungo la Strada del Tartufo e della Castagna che si snoda lungo la Valle del Turano, uno dei tratti più suggestivi e incontaminati di tutta la Regione Lazio.
avatar
FuoriPorta
Tenda
Tenda


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum