Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» RAD. ANCONA E FESTA DELL'OLIO A SAN SEVERINO M. CC ORSA MAGGIORE 23/27 NOV. 2018
Lun 22 Ott 2018, 20:22 Da BarbGiov52

» Il Castello del Malconsiglio e la congiura dei baroni
Lun 22 Ott 2018, 16:37 Da FuoriPorta

» Villaggio dei Borghi di Fuoriporta
Lun 22 Ott 2018, 16:35 Da FuoriPorta

» pane,olio e....
Lun 22 Ott 2018, 12:52 Da Luigina.Turchetti

» AD ACQUALAGNA È TRUFFLE EXPERIENCE!
Lun 22 Ott 2018, 12:01 Da Tipicità

» “Massafra nel medioevo. La notte dei masciari e la magia dei luoghi di Puglia.”
Lun 22 Ott 2018, 11:21 Da MassafraTurismo

» XIX FESTA DELL'OLIO E DEL VINO NOVELLO _VIGNANELLO (VT)
Lun 22 Ott 2018, 10:46 Da Pro Loco Vignanello

» Visita guidata teatrale
Lun 22 Ott 2018, 10:19 Da Eventi Chiesa S. Bassiano

» CASTELLI E FORTIFICAZIONI SFORZESCHE (Lodi, 21 ottobre 2018)
Dom 21 Ott 2018, 16:45 Da Ri.Ca.Sba

» HALLOWEEN AL CASTELLO DI GRADARA
Dom 21 Ott 2018, 13:14 Da Gradara Pro Loco

» ANIMALI E CASTELLI (Cremona, 20 ottobre 2018)
Sab 20 Ott 2018, 16:48 Da Ri.Ca.Sba

» Coburg (Germania)
Sab 20 Ott 2018, 16:41 Da Cavallo Pazzo

» Ebern (Germania)
Sab 20 Ott 2018, 16:04 Da Cavallo Pazzo

» Coniglio ai funghi trifolati
Sab 20 Ott 2018, 10:52 Da Apollo

» Spezzatino di gallinella
Sab 20 Ott 2018, 10:46 Da Apollo

» Spaghetti ammollicati alla massese
Sab 20 Ott 2018, 10:28 Da Apollo

» Stinco di maiale con patate e verza
Sab 20 Ott 2018, 10:17 Da Apollo

» Totani ripieni al limone
Sab 20 Ott 2018, 10:13 Da Apollo

» "Calendario": 12 artisti alla Villa Argentina di Viareggio
Sab 20 Ott 2018, 00:31 Da Mercurio

» SAPORI D'AUTUNNO
Ven 19 Ott 2018, 18:58 Da LaPulentada

» " Natale con i Misteri del Di Zinno “ I Presepi di Giovanni Teberino
Ven 19 Ott 2018, 17:56 Da GiovanniTeberino

» FESTA DELL'OLIO MONTEMURLO
Ven 19 Ott 2018, 17:11 Da Elio48

» Saluto
Ven 19 Ott 2018, 16:52 Da Elio48

» Collezionare a Firenze - Artigianarte 2018
Ven 19 Ott 2018, 15:55 Da Mercatotenda Eventi

» Coltiviamo la Biodiversità 2018 Teatro Comunale, Trevi Giovedì 8 Novembre 2018
Ven 19 Ott 2018, 15:40 Da Trevi

Previsioni del tempo
Camperfree
"Attenzione! Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del sito Mario La Donna e possibili collaboratori non sono responsabili del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi."

"Cantacronache 3.0" incontra la mostra fotografica "TANA LIBERA TUTTI“

Andare in basso

"Cantacronache 3.0" incontra la mostra fotografica "TANA LIBERA TUTTI“

Messaggio Da Iake il Mer 05 Lug 2017, 18:36

Il 18 Luglio 2017 Presso L’Etica Festival di Bologna in via Pirandello 6, lo spettacolo teatrale "Cantacronache 3.0" incontra la mostra fotografica "TANA LIBERA TUTTI“ - La vita del popolo Saharawi tra campi profughi e territori liberati"

Ore 21.00
Presentazione e dibattito della mostra fotografica a cura di Livia Tassinari, autrice delle fotografie che saranno esposte dal 15 al 30 luglio nella sede dell'evento ETICA Festival Della Tesponsabilità Civile, e Claudio Cantù coordinatore di Rete Tifariti.

TANA LIBERA TUTTI

La vita del popolo Saharawi tra campi profughi e territori liberati
Il Sahara Occidentale, dall’Italia dista circa 4000 chilometri. Un lungo viaggio, un viaggio nel tempo ma soprattutto nel silenzio.
Il popolo Saharawi nel 1975, in fuga dai propri territori invasi dal Marocco, ha dovuto “scegliere” se vivere in campi profughi nell’hammada - il deserto algerino - o nomade nei territori liberati. “Scegliere” se fermarsi e sopravvivere con gli aiuti inviati dall’Onu o continuare a viaggiare nel deserto, nei territori liberati dopo anni di lotta, con le proprie forze e il sostegno dei pochi progetti umanitari.

Tifariti, “capitale” dei territori liberati, dista 320 chilometri da Rabouni, wilaya più a sud e centro politico/amministrativo dei campi profughi. Sette ore di viaggio in jeep nel deserto più ostile, una tavola di sabbia e sassi in cui, di tanto in tanto, fa capolino qualche arbusto. La vita procede lenta e scandita dal rumore del forte vento che soffia costantemente. Le grandi differenze dei due stili di vita sono decretate soprattutto da fattori ambientali, perché il cuore del popolo Saharawi resta unito in un unico desiderio: la libertà.

Ore 22.00
Inizio spettacolo teatrale "Cantacronache 3.0".
Sul palco Giovanni Catrini (attore) Giuseppe Calcagno (chitarrista);
CANTACRONACHE 3.0 uno spettacolo di teatro canzone sulle musiche di Cantacronache Cantacronache 3.0 è uno spettacolo di teatro canzone di Giuseppe Calcagno e Giovanni Catrini ispirato all'opera dei Cantacronache.

Cantacronache è stato un progetto di un gruppo di musicisti, letterati e poeti – tra cui Italo Calvino, Umberto Eco, Franco Fortini, Gianni Rodari, Fausto Amodei – attivo dalla fine degli anni '50 ai primi anni '60. In contrapposizione a un'Italia spensierata e sanremese, il gruppo mise in musica fatti di cronaca sociale e politica per denunciare una realtà diversa da quella fotografata dalla canzone italiana di allora e raccontare il Paese da una prospettiva critica e anticonformista. Lo spettacolo non vuole essere solo un omaggio celebrativo a quella esperienza politico-musicale, ma un esercizio di lettura dell'attualità attraverso le lenti della storia recente, così come Amodei scrisse
la canzone "Per i morti di Reggio Emilia" paragonando i giovani manifestanti uccisi nel luglio del 1960 ai partigiani che fecero la Resistenza. È ancora possibile "evadere dall'evasione"? Come alimentare oggi una coscienza alternativa a quella omologata al sistema culturale dominante? A sessant'anni di distanza, vogliamo ancora cantare l'opposizione al consumismo, all'omologazione, la lotta ai nuovi nuovi fascismi e alle ingiustizie sociali.

Iake


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum