Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Conta Visite

contatore
LE NAZIONI CHE HANNO VISITATO CAMPERFREE
Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» Una bella donna ed un avvocato.
Oggi alle 08:55 Da Cavallo Pazzo

» Nel parcheggio
Oggi alle 08:53 Da Cavallo Pazzo

» Marito e moglie
Oggi alle 08:51 Da Cavallo Pazzo

» In aereo
Oggi alle 08:49 Da Cavallo Pazzo

» L`angelo
Oggi alle 08:48 Da Cavallo Pazzo

» Il genio della lampada
Oggi alle 08:47 Da Cavallo Pazzo

» Il cieco
Oggi alle 08:46 Da Cavallo Pazzo

» Un francese, un cinese e un italiano
Oggi alle 08:45 Da Cavallo Pazzo

» Tra amici
Oggi alle 08:44 Da Cavallo Pazzo

» Gli uomini e il sesso
Oggi alle 08:43 Da Cavallo Pazzo

» Camper esplode bombola gas
Oggi alle 08:18 Da Cavallo Pazzo

» Mercatino di Natale Castello di Limatola “Cadeaux al Castello”
Ieri alle 19:44 Da CastelloLimatola

» Autovelox dal 23 al 29 ottobre 2017
Ieri alle 16:22 Da Cavallo Pazzo

» VILLA VERDI: stanze aperte 12/11 + 26/11
Ieri alle 16:21 Da Lela68

» Buoni Km a tutti!
Ieri alle 14:11 Da Camperfree

» Degustazione Gewurztraminer e Riesling Sud Tirolo, Alsazia e Mosella
Ieri alle 10:32 Da Laura Miragoli

» Raduno classico tra Rovereto e Trento nov. dic 2017 CC Orsa Maggiore
Dom 22 Ott 2017, 19:02 Da BarbGiov52

» Un borgo tra storia e gusto
Dom 22 Ott 2017, 18:01 Da Maria Giulia

» P"ASSAGGIANDO" CON PELLIZZA DA VOLPEDO 12 novembre 2017
Dom 22 Ott 2017, 17:34 Da Calyx

» "Gran festa d'autunno". Caldarroste, "scutedd" e tante altre prelibatezze...
Sab 21 Ott 2017, 20:20 Da Pro Loco Albano di Lucani

» TARTUFO DI ACQUALAGNA E MELA ROSA DEI SIBILLINI PER IL GRAND TOUR DELLE MARCHE
Ven 20 Ott 2017, 17:21 Da Tipicità

» cugini di campagna live
Ven 20 Ott 2017, 12:26 Da Jessica Pioltelli

» Presepe di Cavallermaggiore (CN)
Gio 19 Ott 2017, 18:57 Da Teoseia

» Collezionare a Firenze - Artigianarte 2017
Gio 19 Ott 2017, 16:15 Da Mercatotenda Eventi

» Natale al Poggio
Gio 19 Ott 2017, 11:58 Da Uff.Turistico

Previsioni del tempo
Camperfree
"Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001."

San Pietro di Feletto, l’antica Pieve e il “Cristo della Domenica”

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

San Pietro di Feletto, l’antica Pieve e il “Cristo della Domenica”

Messaggio Da FuoriPorta il Ven 24 Mar 2017, 11:52

San Pietro di Feletto, l’antica Pieve e il “Cristo della Domenica”

Di domenica non si lavora. E’ questo il monito che, da tanti secoli, lancia l’affascinante affresco del Cristo della Domenica, custodito nella facciata della Pieve di S. Pietro di San Pietro di Feletto (Treviso), sotto un grande porticato a travature di legno. Chi lavora nel giorno del Signore – è il senso della particolarissima opera – fa soffrire il Cristo che, colpito dagli attrezzi di lavoro, versa sangue dalle ferite; il dipinto è interessante anche perché mostra ai visitatori gli strumenti ed i tipi di lavoro delle genti delle colline Felettane. Ma è tutta la Pieve, splendida opera di epoca longobarda eretta intorno all’anno mille, a meritare una visita perché, pur nelle sue piccole dimensioni, offre a chi si spinge in questo angolo magico delle Terre del Prosecco uno spettacolo artistico vario e inconsueto. L’esterno presenta un ampio porticato, che probabilmente aveva anche la funzione di garantire sicuro riparo ai popolani durante lo svolgimento di adunanze di carattere sociale, politico ed economico. Il campanile, che si alza isolato, con cuspide del XVI° secolo, è in stile romanico sul modello di quello di Aquileia. La Pieve è preceduta da una scalinata del XIX° secolo.

Numerosi sono gli affreschi che decorano il porticato; oltre al “Cristo della domenica”, spicca la “Madonna con Bambino tra i Santi”, importante per un particolare iconografico molto raro: quello di Gesù Bambino che succhia il latte da una vescica, con il quale l’autore probabilmente volle rifarsi alle usanze delle povere famiglie di un tempo. All’interno l’architettura è di grande fascino, ma comunque essenziale: vi sono tre strette navate divise da arcate a tutto sesto su grossi pilastri rettangolari. Sullo sfondo si apre un’abside semicircolare con pitture a strati sovrapposti. Le pareti della navata centrale sono interamente affrescate con opere di vari autori e con raffinati accenni al gusto bizantino, che spaziano dal XIII al XV secolo. Bellissima la cappella del fonte battesimale, decorata da affreschi di fine quattrocento che illustrano la vita e il martirio di San Sebastiano. Il pittore che ha affrescato l’interno della pieve è ignoto, ma probabilmente era artista di terraferma tra Treviso e Belluno, formatosi forse nella scuola di Antonio Vivarina. Lo confermano la tipologia dei volti, la definizione dei capelli, nonché gli abiti e le calzature: caratteristiche che fanno presumere l’attività di costui anche a Serravalle e precisamente presso la cappella Galletti della Chiesa di San Giovanni Battista.

Orari: sabato 9.00-10.00/ 15.00-20.00, domenica 9.00-11.30/14.30-19.00.

E’ possibile visitare la chiesa in altri giorni ed orari soltanto chiamando con preavviso il numero: 329-3615869
avatar
FuoriPorta
Tenda
Tenda


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum