Camperfree
BENVENUTO SU CAMPERFREE

AVVISO

Per registrarti clicca su REGISTRARE con un EMAIL VALIDA per convalidare la registrazione e quindi accedere alle sezioni riservate solo agli utenti, connettendoti utilizzando il tuo Nome utente e Password.

Il forum è gratuito e la definizione "CONTO" significa "ACCOUNT" (iscrizione)

Se hai perso la Password puoi recuperarla cliccando sulla chiave qui sotto, otterrai una nuova Password via email



Dopo potrai sempre modificarla accedendo nel tuo profilo
Accedi

Ho dimenticato la password

Mercatino Annunci Free

Visualizza tutti gli annunci

Ultimi argomenti
» Pronti, partenza e via, torna la Mangialonga di La Morra (CN)
Oggi alle 14:00 Da FuoriPorta

» Sagra del luccio in salsa
Ieri alle 13:35 Da Pozzolese

» Sagra dei Crotti
Ieri alle 11:45 Da Valchiavenna

» Dì De La Brisaola
Ieri alle 11:42 Da Valchiavenna

» Pane Ammore e Tarantella - Arte,Musica,Gastronomia 21-22-23 settembre
Mar 14 Ago 2018, 17:09 Da Michele Amato

» Notte Bianca a Busseto
Mar 14 Ago 2018, 11:23 Da BandaVerdiBusseto

» Sagra del Cinghiale e della Castagna
Lun 13 Ago 2018, 18:25 Da Comitato Festa

» Festa di Venedmmia 2018
Lun 13 Ago 2018, 15:16 Da Terre dei Santi

» La Proloco organizza ANTICHI RIONI RIVIVONO a Pomarico (MT)
Dom 12 Ago 2018, 17:19 Da Proloco Pomarico

» 10^ SAGRA DEGLI GNOCCHI a Castelnuovo di Porto il 14, 15, 16 settembre 2018
Dom 12 Ago 2018, 16:07 Da Raffaele.B

» Consigli Illuminazione
Ven 10 Ago 2018, 14:34 Da Laura Monelli

» BISTECCANDO A TAVOLA CON IL GIGANTE BIANCO
Ven 10 Ago 2018, 10:32 Da Ema79

» I GIORNI DI BACCO
Ven 10 Ago 2018, 10:29 Da Ema79

» Famiglia Tedesca ingannata dal navigatore
Ven 10 Ago 2018, 10:04 Da Cavallo Pazzo

» Birra fra i Trulli 2018 - 18a edizione
Gio 09 Ago 2018, 17:45 Da Tucci0

» FESTA DELL'ARBËRIA
Gio 09 Ago 2018, 13:01 Da Pro Loco Arbëria

» Segni Barocchi Festival XXXIX edizione 27/08-23/09 2018
Mer 08 Ago 2018, 12:45 Da Comune di Foligno

» IL BORGO DEI BRIGANTI - 2°EDIZIONE
Mar 07 Ago 2018, 18:08 Da @ngela

» Fiamme in un camper esplodono bombole di gpl
Mar 07 Ago 2018, 10:52 Da Oasi Blu

» Camper contro un tir
Mar 07 Ago 2018, 10:47 Da Oasi Blu

» Fulmine sul camper
Mar 07 Ago 2018, 10:42 Da Oasi Blu

» Camper rischia di investire un Carabiniere
Mar 07 Ago 2018, 10:37 Da Oasi Blu

» A Pasturo sulle tracce della poetessa Antonia Pozzi
Mar 07 Ago 2018, 10:18 Da FuoriPorta

» Bibarasse in cassopipa, le vongole della tradizione a Chioggia
Mar 07 Ago 2018, 10:14 Da FuoriPorta

» Autovelox dal 06 al 12 agosto 2018
Mar 07 Ago 2018, 10:03 Da Cavallo Pazzo

Previsioni del tempo
Camperfree
"Camperfree non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001."

A passeggio nel territorio di Subiaco: quattro itinerari tra storia e natura

Andare in basso

A passeggio nel territorio di Subiaco: quattro itinerari tra storia e natura

Messaggio Da FuoriPorta il Lun 23 Feb 2015, 14:23

A passeggio nel territorio di Subiaco: quattro itinerari tra storia e natura

Dalla Monna dell’Orso, alle Vedute, fino alla cima del Monte Autore

Partendo da Monte Livata, superato il piazzale di Campo dell’Osso si prosegue in auto per la Monna dell’Orso fin dove termina la strada asfaltata. Qui si lascia la macchina e si percorre una larga carrareccia tra faggi e pascoli. Il percorso è ben segnato e termina sul panoramico piazzale delle Vedute di Monte Autore che si affaccia sulla Valle del Simbrivio e sui Monti Ernici. A sinistra del piazzale c’è un piccolo sentiero della lunghezza di circa 500m in mezzo alla faggeta, che conduce sulla vetta di Monte Autore a 1855 metri. Questa è la cima più panoramica dei Simbruini, dalla quale è possibile vedere, con il cielo limpido, i principali gruppi abruzzesi (Gran Sasso, Velino-Sirente, Maiella). La passeggiata ha una lunghezza di 5,6 km fra andata e ritorno e le stagioni migliori sono primavera, estate e autunno; d’inverno bisogna essere adeguatamente attrezzati.

Dal Ponte di San Francesco fino a Piazza Sant’Andrea con la sua basilica

Partendo dal centro visita in Largo Sodoma, si raggiunge il ponte medievale di San Francesco. La costruzione del ponte è legata a un episodio bellico verificatosi nel 1356 tra Sublacensi e Tiburtini. Attraversato il ponte si gira a sinistra e si procede per Via della Pila costeggiando il fiume Aniene. Il percorso conduce sino al ponte di Sant’Antonio, attraverso il quale si accede all’area degli opifici, dove si trovavano un tempo le antiche botteghe artigiane. Arrivati in Via degli Opifici, si prosegue sino ad attraversare un archetto medioevale, per poi arrivare a Piazza del Campo. Da qui si gira a sinistra e si risale per Via Cavour, dov’è possibile fare una sosta nei numerosi caffè o nelle diverse gelaterie artigianali. Risalendo si arriva sino a piazza Sant’Andrea, dove si trova l’omonima basilica, fatta costruire nel 1776 per volere di Pio VI. Da piazza Sant’Andrea, prendendo Via Cadorna, si può tornare al centro visita, punto di partenza dell’itinerario. La passeggiata ha una lunghezza di 2 km fra andata e ritorno e si può effettuare in ogni periodo dell’anno.

La Villa di Nerone e i Monasteri di San Benedetto e di Santa Scolastica

L’itinerario parte dalla scalinata accanto all’area archeologica della Villa di Nerone (costruita 54-55 d.C), prima tappa del percorso. Nella prima parte del tragitto, attraversando l’imponente lecceta, è possibile ammirare due piccole cappelle, la prima, quella di San Clemente, prende il nome dal primo monastero fondato da San Benedetto di cui sono visibili i resti all’interno della stessa area della villa neroniana. Continuando lungo la scalinata si arriva al Monastero di Santa Scolastica, dov’è possibile effettuare visite guidate. Terminata la visita, è possibile riprendere l’itinerario uscendo dall’ingresso di Santa Scolastica, girando a destra e continuando sino a che si incontrerà una scalinata, lungo le quali è possibile ammirare la piccola cappella di Santa Crocella (XII sec.), luogo di grande importanza per il percorso spirituale di San Benedetto, poiché qui ricevette l’abito monastico. Proseguendo, attraversata la strada, si accede ultima parte del percorso, che conduce al Monastero di San Benedetto, ultima tappa dell’itinerario. La passeggiata ha una lunghezza di 2.6 km fra andata e ritorno e si può effettuare in ogni periodo dell’anno.

La Villa di Nerone e il laghetto di San Benedetto

Prendendo la via dei Monasteri si raggiunge l’area archeologica della Villa di Nerone (costruita 54-55 d.C), di fronte alla quale è possibile posteggiare. Proseguendo per circa 400 metri si giunge ad uno slargo delimitato a sinistra da una parete rocciosa. Da qui si scende a destra lungo un sentiero che giunge fino al fiume, si attraversa un ponte di legno e, una volta sull’altra sponda, si prosegue sul sentiero tenendo la sinistra per circa 100 metri. La meta del percorso è il Laghetto di San Benedetto, che prende il nome dall’omonimo monastero. La passeggiata
avatar
FuoriPorta
Tenda
Tenda


Torna in alto Andare in basso

Re: A passeggio nel territorio di Subiaco: quattro itinerari tra storia e natura

Messaggio Da Gasoline il Lun 23 Feb 2015, 15:20

Metto in progetto questo itinerario per primavera...  Smile
avatar
Gasoline


Torna in alto Andare in basso

Re: A passeggio nel territorio di Subiaco: quattro itinerari tra storia e natura

Messaggio Da Oasi Blu il Mar 24 Feb 2015, 22:37

La distanza non mi aiuta ma il programma mi ingolosisce.

_________________
avatar
Oasi Blu
Caravan
Caravan


Torna in alto Andare in basso

Re: A passeggio nel territorio di Subiaco: quattro itinerari tra storia e natura

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum